UR3 - Sismicità, sorgenti e modelli sismogenetici

    Le attività di questa UR sono concentrate sull’utilizzo di tecnologie geofisiche alternative ed innovative che consentono di effettuare un decisivo salto di qualità nella conoscenza della struttura crostale dell’area abruzzese, utilizzando il sito di L’Aquila come test-site ad alta risoluzione. L’utilizzo di tecnologie geofisiche multidisciplinari ed innovative permette di ottenere un decisivo raffinamento nella conoscenza delle strutture sismogenetiche in profondità, e quindi rappresentare la premessa per un importante miglioramento della stima della pericolosità sismica del territorio esaminato.



    L’UR3 è formata da ricercatori INGV della Sezione di Sismologia e Tettonofisica (riferimento per la ricerca scientifica nel campo della sismotettonica, della geologia dei terremoti e della modellizzazione fisica) e del CNT - Centro Nazionale Terremoti (riferimento nazionale per la gestione della rete sismometrica permanente e delle reti locali temporanee, specializzato in tutti i settori del monitoraggio e dell’analisi della sismicità). Fanno parte inoltre di questa UR anche ricercatori del CNR - IGAG e dell’ISPRA.